Il Monte Sagro, un’altura maestosa situata nelle Alpi Apuane, che offre agli escursionisti un’esperienza indimenticabile immersa nella natura incontaminata e nei panorami mozzafiato delle montagne toscane. Con un’altitudine di 1749 metri sul livello del mare, il Monte Sagro si erge come una delle vette più suggestive della regione, invitando gli amanti dell’escursionismo e dell’alpinismo a esplorare le sue cime e i suoi sentieri.

Posizione Geografica

Situato nella provincia di Massa-Carrara, in Toscana, il Monte Sagro è parte integrante delle Alpi Apuane. La sua posizione strategica offre una vista panoramica su valli, boschi e creste montuose, rendendolo una meta imperdibile per gli amanti della natura e delle escursioni.

Come Arrivare al Monte Sagro

L’itinerario consigliato parte dal rifugio Carrara una struttura accogliente e rustica, tipica dei rifugi alpini italiani e prosegue fino a Campo Cecina seguendo l’itinerario n. 173.

Questo percorso si snoda attraverso suggestivi paesaggi montani, aggirando il Monte Borla e raggiungendo la Foce di Pianza a 1279 metri di altitudine.

Da lì, attraverso il versante ovest, si segue il sentiero n. 173 lungo un crinale ampio e pianeggiante, caratterizzato da resti di postazioni di guerra e da un aspetto carsico.

Continuando lungo questo sentiero, si arriva alla Foce di Faneletto, lasciando a destra il bivio con il sentiero n. 172 diretto alla Foce della Faggiola.

 

Durante il percorso, si attraversa una parte rocciosa sui pendii OSO del Monte Sagro, seguendo le tacche azzurre. Successivamente, si raggiunge la cresta Nord-ovest vera e propria, che conduce fino alla cima del Monte Sagro, caratterizzata da una grande croce a 1749 metri di altitudine.

Panoramica dal Monte Sagro

 

Lascia un commento